8 min read 

Sebbene il Forex possa non sembrare una scelta ovvia per il trading a breve termine, sono molti i trader che applicano strategie intraday su questo strumento. L’approccio dipende interamente dalla tipologia di trader a cui appartieni.

Il trading a lungo termine è generalmente associato a una migliore gestione del rischio, poiché la posizione può essere mantenuta più a lungo ed eventuali periodi di estrema volatilità possono non influenzarla eccessivamente nel lungo periodo. Tuttavia, per alcuni trader gli investimenti a lungo termine sono meno allettanti poiché generalmente richiedono investimenti più elevati e l’attesa prima di vedere i risultati può durare settimane o addirittura mesi.

Il day trading sul Forex può essere un’opportunità, sebbene più rischiosa, per costruire piccoli risultati e generare un guadagno paragonabile a quello del trading a lungo termine. Se non hai mai sentito parlare del day trading, leggi questo nostro ampio articolo sul day trading qui.

In questo articolo tratteremo i principali 3 passaggi per il day trading sulle coppie di valute del Forex.

1. Stabilisci una strategia di day trading

Decidere una strategia significa creare una serie di regole che seguirai rigorosamente durante il trading. Le regole possono includere le condizioni di trading, l’importo dell’investimento, la leva finanziaria, strumenti di analisi come indicatori e strumenti grafici, fonti di notizie per l’analisi fondamentale: in pratica, tutti i dettagli a cui un trader dovrebbe pensare prima di aprire qualsiasi operazione. Il trading sul Forex differisce, ad esempio, da quello sulle azioni, in quanto è probabile che presenti una maggiore volatilità sul grafico giornaliero. 

Quali approcci funzionano per il day trading sul Forex? Naturalmente, non esiste una soluzione specifica che ti porterà risultati garantiti al 100%. Non importa quale sia: scalping, strategia sull’inversione o sul breakout, è importante analizzare ogni strategia di trading per trovare i rapporti rischio-rendimento e vincita-perdita. Per fare ciò, potrebbe essere una buona idea tenere un diario di tutte le operazioni e confrontare i risultati, trarre conclusioni e cambiare metodo, se necessario.

2. Scegli con cura i tuoi asset

Alcuni trader scelgono i loro asset e adattano l’approccio di trading di conseguenza, altri si attengono al metodo di trading preferito e cercano gli asset che funzionano meglio per questo. Indipendentemente dall’ordine che scegli, individuare le coppie di valute da scambiare è metà dell’impresa. Come scegliere una coppia Forex per il trading?

I principali fattori da considerare possono essere:

  • Il momento di massima attività. Ogni valuta corrisponde a un determinato mercato: asiatico, europeo, americano (leggi di più sul momento migliore per fare trading qui). Il momento in cui vengono pubblicate le notizie che influenzano il tasso della coppia di valute è il momento in cui la coppia è più volatile. Conoscere le sessioni di trading è estremamente importante, soprattutto se puoi dedicare solo una parte della tua giornata al trading.
  • Volatilità dell’asset. Una maggiore volatilità implica più possibilità di trarre vantaggio dall’asset, ma anche un rischio più elevato. La valutazione delle condizioni di trading dell’asset può consentirti di adattare i tuoi strumenti di trading di conseguenza.
  • Commissioni e spread di trading. Il controllo dei costi di trading e degli spread è un altro fattore da considerare nella scelta delle coppie di valute che intendi scambiare. Un vantaggio del day trading è che le commissioni overnight non vengono applicate, tuttavia, gli spread continueranno a influenzare il risultato delle operazioni.

3. Gestione del rischio

Il terzo pilastro su cui si basa qualsiasi approccio al day trading è la gestione del denaro e la copertura. È importante rendersi conto dei rischi associati al trading a breve termine e gestire gli errori che possono essere evitati. Fra questi errori, ricordiamo:

  • Mantenere una posizione Forex in perdita nella speranza di un’inversione. In molti casi i trader che aprono un’operazione con una certa previsione non sono pronti a chiuderla con la minima perdita e la mantengono aperta contrariamente al giudizio migliore. Sfortunatamente, questo spesso porta a perdite ancora maggiori, difficili o impossibili da compensare rapidamente. Questo è il motivo per cui impostare i livelli di stop loss e take profit per ogni operazione è fondamentale per gestire al meglio il capitale complessivo.
  • Rischiare più dell’1-3% del capitale complessivo. I grandi investimenti possono essere giustificati nel trading a lungo termine. Tuttavia, le operazioni brevi comportano più rischi per impostazione predefinita, quindi investire grandi somme (o andare all-in, come fanno molti trader) è quanto meno irragionevole.
  • Ignorare l’analisi tecnica e fondamentale. Nella foga del momento i trader spesso abbandonano il proprio piano di trading iniziale e iniziano a “indovinare” i risultati invece di analizzare il mercato, il che inevitabilmente porta a perdite.
  • Aprire posizioni Forex prima della pubblicazione delle notizie economiche. È vero che i momenti di rapida volatilità contano molto nel day trading, ma aprire le posizioni prima che una notizia venga rilasciata può essere pericoloso, poiché il risultato potrebbe essere opposto a quello atteso. La creazione di ordini differiti può essere un’opzione in cui è possibile gestire meglio il rischio, ma i trader dovranno pianificare in anticipo le proprie azioni.

Conclusione

Il day trading sul Forex può essere un’opzione per trader esperti che possono valutare il proprio approccio al trading, controllare le proprie emozioni e applicare le necessarie tecniche di gestione del rischio in modo appropriato. Come tutti gli altri metodi che possono portare a risultati elevati, il day trading deve essere esercitato con cautela e idealmente solo dopo un adeguato allenamento sul conto per la pratica.

Vai alla piattaforma