4 min read 

L’indicatore della volatilità storica è una misura statistica della volatilità per un determinato asset o titolo in uno specifico periodo di tempo. Esso misura quanto il prezzo dell’asset si è discostato dal proprio valore medio nell’arco temporale stabilito. Questo indicatore non mostra la direzione dell’andamento del prezzo, ma è stato creato per misurare la deviazione del prezzo corrente dalla sua media storica.

Come usarlo nel trading?

Questo indicatore può essere utilizzato per misurare la volatilità di un asset. Quando l’indicatore aumenta o è superiore alla media, significa che il prezzo fluttua su e giù più frequentemente e più velocemente del normale. Ciò può essere un’indicazione di una condizione di incertezza sull’asset e il segno di un possibile cambiamento di tendenza. In periodi di maggiore volatilità storica, un trader può monitorare l’asset più da vicino.

Quando l’indicatore riporta valori bassi o in calo, potrebbe essere un segno che il prezzo dell’asset sta tornando alla normalità e l’incertezza sta scomparendo.

I prezzi fluttuano di più e l’Historical Volatility aumenta

Utilizzando questo indicatore nel trading, è possibile determinare se la volatilità di un asset è alta o bassa e adeguare di conseguenza la propria strategia di trading. Maggiore è la volatilità dell’asset, maggiore è il rischio associato ad esso. Inoltre, un mercato volatile può richiedere stop loss e take profit più ampi e un margine più elevato.

Questo indicatore può essere utilizzato anche nei mercati in tendenza: indica in che misura il prezzo si sta allontanando dalla media. Se l’indicatore mostra una bassa volatilità su un mercato in tendenza, significa che il prezzo non fluttua, ma piuttosto cambia costantemente e gradualmente nel corso del tempo.

Un forte trend al rialzo con valori bassi dell’Historical Volatility

Come abbinarlo?

Gli indicatori di volatilità possono essere combinati con le linee del trend e gli oscillatori. È possibile abbinare l’Historical Volatility con il QStick: un indicatore di tendenza relativamente facile da usare che viene visualizzato sotto forma di una linea orizzontale sotto il grafico.

L’indicatore di volatilità può aiutare a determinare il rischio intrinseco, nonché a determinare i livelli di stop loss, mentre il QStick permette di individuare i punti di ingresso e la direzione del mercato. È importante capire che nessuna combinazione di indicatori garantisce il successo al 100%. Ogni indicatore può di tanto in tanto inviare falsi segnali e i trader devono imparare a riconoscerli.

Come impostarlo?

Per impostare l’indicatore Historical Volatility, selezionarlo dalla scheda Volatilità nella sezione Indicatori.

L’indicatore Historical Volatility su IQ Option

Quando si imposta l’indicatore, è possibile salvare le impostazioni predefinite e utilizzarlo immediatamente. I trader esperti possono modificare le impostazioni predefinite e regolare l’indicatore in base alle proprie esigenze, purché abbiano compreso il modo in cui vengono calcolati i valori.

Ora che hai imparato come utilizzare questo indicatore, puoi passare alla piattaforma e provarlo!

Fai trading adesso