7 min read 

Sono molte le qualità importanti che un trader può avere. Tuttavia, senza autodisciplina anche l’analista tecnico più abile perderà i propri soldi, non potendo controllare il proprio comportamento e rischiando più del dovuto. Ma come si ottiene l’autodisciplina, soprattutto quando si parla di trading?

I passaggi che descriveremo nel seguito possono sembrare semplici, e lo sono, almeno in teoria. Tuttavia, seguirli può aiutare a cambiare radicalmente il tuo approccio al trading e migliorare notevolmente la tua disciplina. Queste sono le componenti importanti per un trading più consapevole e ponderato.

Rimetti a fuoco la tua attenzione

Se i tuoi occhi sono sempre fissi sul premio, potresti essere troppo preso dall’idea del guadagno. Sebbene tecnicamente sia l’obiettivo di ogni trader, contrariamente a quanto si potrebbe pensare, concentrarsi su risultati positivi non è mai utile o produttivo. Perché?

Concentrarsi sui risultati rende difficile ai trader controllare le proprie emozioni.

Quando considerano i risultati come la cosa più importante, i trader saltano tutti gli altri passaggi, cercando di arrivare al traguardo il più velocemente possibile. Diventano sconsiderati, raddoppiano i loro investimenti cercando di recuperare le perdite. Non prestano attenzione all’analisi, l’unico obiettivo è riuscire. Se questo approccio ti suona familiare, pensa a come gestisci normalmente la tua attività di trading. Fai una checklist, pianifichi la tua strategia in anticipo? Se la risposta è no, molto probabilmente stai cedendo alle emozioni.

Spostare l’attenzione dal “guadagnare denaro” alle “strategie di apprendimento e verifica” ti aiuterà a valutare ciò che è effettivamente più importante. Sposta il centro della tua attenzione e concentrati sul miglioramento del tuo metodo e sulla pratica, piuttosto che sull’ottenere risultati rapidi.

Fai della gestione del rischio un’abitudine

La gestione del denaro o del rischio è un insieme di passaggi o azioni che si eseguono prima, durante e dopo ogni operazione. Questi passaggi sono necessari per controllare il saldo del trader e tentare di gestire il rischio e le potenziali perdite derivanti dalle operazioni.

Sebbene sembri ovvio che valutare il rischio è essenziale, molti trader ignorano completamente o parzialmente la gestione del rischio, facendo solo ciò che appare conveniente e non ciò che è effettivamente necessario.

È vero che alcune tecniche di gestione del denaro sembrano controintuitive: ad esempio, tagliare l’importo dell’investimento o impostare un livello di take profit. Perché un trader dovrebbe voler ridurre i propri profitti? Lo scopo di questo comportamento, tuttavia, è garantire che il trader sia protetto dallo scenario peggiore: la perdita dell’intero importo anziché ottenere anche un minimo rendimento.

Rendere la gestione del rischio un’abitudine è importante, poiché aiuta i trader a regolare il proprio comportamento in un ambiente di trading stressante. La gestione del denaro implica lo studio del mercato, tenere un diario con i dettagli relativi alle operazioni e ai loro risultati, l’utilizzo di strumenti come i livelli di Take Profit e Stop Loss, preferendo metodi di trading più sicuri a quelli più rischiosi e molti altri dettagli.

Impara ad accettare le perdite e a trarne le giuste conclusioni

L’autodisciplina non deve finire con la chiusura di un’operazione. Essere in grado di controllare le emozioni significa essere in grado non solo di accettare le perdite con serenità, ma anche di dar loro un senso. Analizzare le operazioni e capire cosa è andato storto è la chiave per migliorare il tuo approccio di trading.

Il lato emotivo di una perdita può essere difficile da affrontare, ma se sposti la tua attenzione dal risultato al processo di apprendimento (vedi primo paragrafo), potresti capire i tuoi errori e fare meglio la volta successiva, invece di soffermarti solo sulla perdita. Accettare che perdere fa parte del processo potrebbe essere più facile con il tempo, soprattutto se il trader utilizza un saldo per la pratica per testare le proprie teorie.

Quindi, qual è il segreto per l’autodisciplina?

La soluzione contro il trading emotivo e la mancanza di disciplina è l’azione. Invece di pensare troppo, prova a cambiare fisicamente il modo in cui fai trading: prendi un diario cartaceo e inizia a scrivere il tuo piano di trading, traccia il tuo approccio, annota le strategie di gestione del denaro che applicherai, annota le tue perdite e le possibili soluzioni. Acquista consapevolezza di queste cose, mettendole proprio di fronte a te.

Sebbene il trading rimarrà sempre rischioso e in qualche modo imprevedibile, prendere la tua esperienza di trading nelle tue mani e sfruttare al massimo la pianificazione ti aiuterà a gestirlo in un modo molto più consapevole.

Fai trading adesso