5 min read 

La maggior parte dei trader hanno utilizzato il conto demo in qualche momento della propria attività. Alcuni di loro desideravano mettersi alla prova prima di investire i propri fondi, altri volevano testare le strategie e affinare le proprie abilità. I trader sono solitamente incoraggiati a fare trading sul conto demo, tuttavia molte persone trovano difficile replicare i propri risultati di trading quando finalmente passano al conto reale. Le differenze psicologiche fra i due conti sono riconducibili alla tipologia del conto stesso.

1. Il denaro reale comporta emozioni reali

Quando non c’è denaro reale in basso, il trader sarà calmo e manterrà il controllo, indipendentemente dall’entità dell’operazione. Tuttavia, quando si passa al conto reale, non si mettono più a rischio gli effimeri fondi del conto demo, ma il proprio capitale. Questo aspetto è sufficiente per rendere il trader più nervoso e i suoi risultati di trading meno coerenti.

Probabilmente hai già letto che liberarsi dell’emotività è un punto essenziale per diventare un trader di successo. In ogni caso, liberarsi di ogni tipo di emozione è un obiettivo irraggiungibile per qualsiasi essere umano. Le emozioni nel trading possono causare decisioni e risultati scadenti.

2. Il conto demo non comporta alcun rischio

Come già detto, il proprio capitale non è messo a rischio quando si lavora sul conto demo. Indipendetemente dalla cifra che si potrebbe vincere o perdere, il saldo è rappresentato solamente da una serie di cifre ripotrate sullo schermo.

Quando finalmente si passa al conto reale, però, ci si potrebbe trovare in una situazione in cui si ha timore di fare la mossa giusta – aprire una posizione al momento giusto o gestire le perdite quando ciò si rivela necessario – solo per la paura di perdere il proprio denaro. Sbagliare è normale, ma sul conto demo gli errori non hanno un gran peso.

3. Ripetere le stesse cattive abitudini

È molto più facile cadere vittima delle proprie cattive abitudini nel trading quando si lavora sul conto reale. Anche in questo caso, non si è altrettanto coinvolti quando si fa trading sul conto demo. Di conseguenza, è più difficile mantenere la mente lucida quando in ballo ci sono i propri soldi. Potrebbe essere utile replicare gli stessi errori commessi almeno una volta: spostare lo stop loss quando è evidente che doveva stare al suo posto, dimenticare la strategia del piano di trading nel bel mezzo di un’operazione.

Cosa fare?

Ora passiamo alla parte più importante. Cosa si deve fare per eliminare le differenze fra i due tipi di conto? La soluzione richiede un po’ di ginnastica mentale, ma è assolutamente fattibile. Prova a copiare il tuo stato mentale di quando lavori sul conto demo: concentrati sul processo, non sul risultato. Quando apri un’operazione, fallo al momento giusto ed evita gli errori che possono essere evitati. Quando chiudi un’operazione, assicurati di farlo seguendo la tua strategia di trading, non seguendo le tue emozioni.

Un’altra possibilità è quella di tenere un diario del trading. Annota tutte le informazioni relative alle operazioni, compresi il tuo stato emotivo e gli eventuali errori. In questo modo sarà più semplice sradicare i comportamenti indesiderati nel corso del tempo.

Fai trading qui