4 min read 

E se esistesse una strategia di trading che funziona indipendentemente dalla direzione del trend? Ebbene, esiste, e si chiama strategia dello Straddle. È veramente possibile speculare sui mercati finanziari quando non si è in grado di prevedere l’esatta direzione dell’andamento del prezzo? Lo scoprirai leggendo questo articolo.

La strategia dello straddle si affida più alla volatilità, che al prezzo. Ovviamente, il prezzo gioca un ruolo importante (come accade sempre nel trading), ma senza un momentum abbastanza elevato lo straddle non funziona.

Poiché la volatilità è la condizione fondamentale per un adeguato funzionamento della strategia, prima sarà necessario comprendere in quali momenti la volatilità è ai suoi massimi. Gli eventi e gli annunci più importanti in genere provocano dei picchi di volatilità. Di quali notizie abbiamo bisogno? Dal momento che il dollaro USD è la valuta internazionale di riserva, le notizie più importanti provengono dagli Stati Uniti. Le notizie geopolitiche, i bilanci sull’inflazione e gli annunci sul tasso di riferimento sono di estrema importanza. E ricorda: più grande è la portata delle notizie, maggiore sarà la volatilità. Le notizie minori non generano solitamente movimenti significativi nei prezzi.

Ora vediamo la strategia stessa. Una volta individuato un evento interessante, è necessario valutare l’annuncio. Il Calendario economico può essere di grande aiuto. Il primo è un elenco di tutti gli eventi previsti per il prossimo futuro. Questa informazione ti aiuterà in seguito a determinare i punti di ingresso e di uscita. Gli asset vengono generalmente scambiati in un corridoio ristretto prima degli annunci più importanti. Il massimo e il minimo del corridoio vengono in genere impiegati come punti di sfondamento (punti di ingresso).

Ora che conosci il comportamento recente del prezzo e hai individuato i punti di ingresso è il momento di determinare i punti di uscita. Per farlo, i trader generalmente prendono la differenza fra il massimo e minimo e 1) lo sommano al massimo e 2) lo sottraggono al minimo. Secondo i difensori di questa strategia di trading è preferibile usare degli stop loss. Il risultato è una bozza di due operazioni, una per il movimento al rialzo e una per il movimento al ribasso.

Da ora in poi il prezzo probabilmente seguirà uno dei due scenari principali. Primo, potrebbe raggiungere uno dei punti di ingresso e continuare a muoversi nella stessa direzione. In alternativa, potrebbe raggiungere uno dei punti di ingresso, subire un’inversione e continuare a muoversi nella direzione opposta.

Attenzione, questa strategia può rivelarsi piuttosto rischiosa. Un movimento insufficiente del prezzo potrebbe lasciarti con un’operazione in perdita fra le mani!

Uno dei vantaggi di questa strategia è che può permettere di eliminare la componente emotiva dal trading. Quando vedi che l’asset raggiunge una soglia predeterminata, potresti considerare di aprire l’operazione e chiuderla in seguito in modo simile.

Fai trading qui