5 min read 

Mentre i grafici riportano i dati storici comprendendo fino a molti anni prima, con le quotazioni passate che assumono meno rilevanza nel tempo, è naturale limitare la propria analisi a un intervallo di tempo (spesso, più di uno), che fornisca informazioni a sufficienza per poter eseguire un’operazione.

La definizione del proprio intervallo temporale principale rappresenta la base perfetta per identificare il trend e le inversioni del mercato, e per definire i punti di ingresso e di uscita dell’operazione con strumenti grafici e indicatori. La selezione dell’intervallo corretto è quindi essenziale per ogni analisi tecnica che si rispetti, la quale dovrebbe catturare il maggior numero possibile di dati pertinenti, minimizzando al contempo i falsi segnali.

Sono molti gli intervalli temporali fra cui scegliere, a partire da un paio di minuti arrivando fino agli anni, ma ci sono alcuni passaggi da compiere per restringere il ventaglio delle possibilità. Leggere questo articolo, che confronta i pro e i contro dei vari intervalli temporali, è un ottimo inizio.

Choosing the right time frame to trade

Considera le tue preferenze personali

Osservando i vari strumenti disponibili sulla piattaforma IQ Option, noterai che alcuni di essi hanno una selezione differente di intervalli temporali rispetto ad altri. Il motivo è semplice. Gli asset con minore volatilità, come le Materie prime o gli ETF, sono generalmente scambiati a più lungo termine e i loro intervalli temporali devono essere selezionati di conseguenza. Le Opzioni, al contrario, sono adatte a operazioni a breve termine, per cui molti trader optano per intervalli temporali ridotti quando scelgono questi asset.

Seleziona l’intervallo temporale che meglio si adatta al tuo stile di trading, prendendo in considerazione i seguenti aspetti. Maggiore è l’entità, maggiore sarà l’affidabilità dei segnali e minore sarà il numero di segnali osservabili. Al contrario, su una scala ridotta, i segnali per l’apertura e la chiusura delle operazioni saranno più frequenti, spesso causati dal rumore del mercato (movimenti casuali del prezzo che non riflettono il sentiment complessivo del mercato). Individua l’intervallo temporale in grado di ottimizzare la quantità e l’accuratezza dei segnali in base alle tue preferenze personali e alla tua esperienza di trading.

Dal momento che gli intervalli brevi tendono a generare rumore di mercato, essi possono essere poco affidabili per individuare i segnali di ingresso e di uscita delle tue operazioni. Male interpretare un segnale e non distinguere una reale inversione del mercato da un movimento casuale del prezzo è estremamente frequente. È imperativo, dunque, che i principianti inizino da intervalli temporali maggiori. Se fai trading sulle Opzioni FX, ad esempio, prova a iniziare da 3 ore o più e assicurati di guadagnare sicurezza nel trading su scale maggiori prima di ridurle.

Best time frames for Forex trading

Utilizza intervalli multipli

La definizione del tuo intervallo principale gioca un ruolo fondamentale, tuttavia, prima di investire, è consigliabile osservare il grafico da una prospettiva diversa. Aggiungere uno o più intervalli per lo stesso asset potrebbe essere quel che manca alla tua analisi per giungere a una decisione fondata, grazie al vantaggio di avere un quadro più ampio e un’ulteriore conferma dei tuoi segnali.

È frequente completare l’intervallo principale con gli intervalli precedente e successivo. L’intervallo più ampio ti mostrerà il trend primario, ma anche i livelli primari di supporto e resistenza. È particolarmente utile, poiché tali livelli saranno predominanti rispetto a quelli dell’intervallo minore quando testati dal grafico del prezzo. D’altra parte, una scala minore fornirà informazioni più dettagliate con ulteriori segnali, a conferma di quelli ottenuti dall’intervallo principale.

Fai trading qui

Il presente articolo non rappresenta un consiglio di investimento. Qualsiasi riferimento a movimenti o livelli di prezzo passati è di carattere informativo e basato su analisi esterne, non forniamo alcuna garanzia che tali movimenti o livelli si possano ripresentare in futuro. In conformità con i requisiti imposti dall'Autorità europea degli strumenti finanziari e dei mercati (ESMA), il trading con le opzioni binarie e digitali è disponibile esclusivamente ai clienti categorizzati come clienti professionisti.


INFORMATIVA GENERALE SUI RISCHI:


I CFD sono strumenti complessi e comportano il rischio elevato di perdere soldi rapidamente a causa dell'effetto leva. Il 77% degli account degli investitori al dettaglio perdono soldi quando fanno trading con CFD tramite questo fornitore. Dovresti assicurarti di aver compreso il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di assumerti l'alto rischio di perdita del tuo denaro.