Tag:
7 min read 

Le criptovalute sono note per la loro volatilità estrema. I movimenti del 10% o più nel giro di 24 ore sono la norma, spesso generando forti profitti o perdite per i trader. Allo stesso tempo, la performance spettacolare della maggior parte delle criptovalute nel 2017, con Bitcoin che ha moltiplicato il suo valore di 20 volte e Ripple di 300, continua ad attrarre l’attrazione di molti investitori.

Il potenziale tecnologico delle criptovalute, in aggiunta alla loro performance, ha creato due principali scuole di pensiero per quanto riguarda il trading. Da una parte ci sono i cripto “evangelisti” ed i tecnofili, ovvero coloro che vogliono comprare criptovalute e  tenerle per un periodo indeterminato, indipendentemente dalle fluttuazioni. La recente caduta del prezzo del Bitcoin, da quasi $20,000 a $7,000 a inizio anno, ha però creato molti dubbi nel valore di questa strategia.

Dall’altra parte, ci sono quelli che vedono le cripto come uno strumento per fare trading potente e proficuo. La volatilità, sia al rialzo che al ribasso, viene vista come una grande opportunità per fare profitti. Allo stesso tempo, sono disposti a liquidare le posizioni in fretta se un investimento va contro di loro, proteggendo i profitti e limitando le perdite prima di reinvestire.

Il Movimento HODL

Il termine HODL derive dall’acronimo in inglese “Hold on to dear life”, ovvero comprare criptovalute con lo scopo di tenerle per sempre. Il termine originò nel 2013, quando il prezzo di Bitcoin era meno di $200. Molti dei trader che seguono la filosofia HODL sono tra i primi acquirenti di Bitcoin, avendo una base di prezzo molto ridotta. I loro investimenti in Bitcoin hanno quindi generato grandi profitti, anche dopo i recenti ribassi. Chi segue la filosofia HODL ha l’obiettivo di attendere il giorno in cui Bitcoin diventerà usato su larga scala prima di vendere. Questo però comporta molta incertezza.

HODL

Dall’altra parte, un approccio di trading puro consente molti vantaggi, specialmente considerando i molti strumenti per trading disponibili. Per esempio, si possono usare le opzioni binarie per guadagnare semplicemente indovinando la direzione del trend di una criptovaluta, senza saperne né la durata né la grandezza. Il profitto potenziale è predeterminato all’inizio, dando ulteriore flessibilità. Inoltre, a differenza della filosofia HODL, si può guadagnare sia con i prezzi in ascesa che in discesa.

Il Short Selling – Guadagnare Quando (Se) I Prezzi Scendono

Un altro strumento sono i Contracts For Difference (Contratti per la differenza), anche noti come CFD. I CFD sono strumenti finanziari il quale valore deriva da un asset sottostante, come una criptovaluta. Si può fare trading con i CFD in leva, sia long che short, amplificando sia i profitti che le perdite potenziali. Se hai già una strategia di investimento collaudata, i CFD ti consentono di guadagnare profitti più sostanziali rispetto all’acquisto diretto di criptovalute o alle opzioni.

Short sell

Gli Indicatori Tecnici

Indipendentemente dal tipo di strumenti che usi come trader di criptovalute, gli indicatori di analisi tecnica saranno la base della tua strategia di investimento. È infatti praticamente  impossibile usare l’analisi fondamentale per fare trading di criptovalute. Questo è dovuto al fatto che non ci sono ne bilanci finanziari né altre misure che indichino quali criptovalute sono sottovalutate, correttamente valutate o sopravvalutate.

La maggioranza del tempo, i movimenti dei prezzi sono generati da eventi politici, notizie economiche, o semplicemente a causa di cambiamenti nel “sentiment” degli investitori. Usando gli indicatori di analisi tecnica per identificare i trend, le aree di supporto o resistenza, gli incrementi nei volumi di scambio e la volatilità, avrai una migliore probabilità di sapere dove andranno i prezzi.

Technical analysis

L’analisi tecnica diventa ancora più importante per la tempistica dello shorting. Un famoso proverbio dice che i mercati prendono le scale mobili quando salgono, ma l’ascensore quando scendono. Questo vuol dire che i movimenti al ribasso sono più rapidi di quelli al rialzo. Gli indicatori tecnici ti possono dare il vantaggio necessario per scegliere il miglior momento per entrare o uscire da una posizione. È quindi necessario studiare quali sono i migliori indicatori per avere le più alte probabilità di creare una strategia di successo.

In conclusione, il mercato delle criptovalute deve essere visto per quello che è – una opportunità di fare soldi, una volta trovata la strategia di trading ideale e gli strumenti per realizzarla. La strategia HODL non è rilevante per la maggior parte dei trader, e la sua redditività a lungo termine non è ancora comprovata. Fare trading in modo attivo, invece, può essere una strategia redditizia fin dall’inizio, indipendentemente dalla direzione dei prezzi delle criptovalute.

Fai trading qui