5 min read 

Arriva un nuovo giorno, l’inizio di una nuova sessione di trading e l’opportunità di iniziare tutto da zero. Ma, aspetta, come si inizia? Qual è la prima cosa da fare all’inizio di una nuova sessione di trading? Ogni trader necessita di una buona lista di controllo pratica, che lo guidi durante il giorno garantendo la massima produttività. Puoi salvare questa checklist nei tuoi segnalibri oppure annotarla nella tua agenda e stabilire se potrai applicarla alla tua routine di trading. Partiamo!

1. Una bella tazza di caffè e le notizie del giorno

Meglio iniziare con calma. Perché non trasformare la colazione in un momento produttivo? In base all’asset che desideri scambiare puoi controllare le notizie e verificare se sta accadendo qualcosa di importante a riguardo. Se non sai dove cercare, la traderoom contiene un calendario economico.
La checklist del trader giornaliero: salvala per dopo!

Puoi seguire le notizie, controllare il calendario Forex o quello dei bilanci: sarà utile indipendentemente dall’approccio di trading che segui, ma può essere particolarmente importante per i trader che lavorano sulle notizie, come parte della loro strategia.

2. Valutazione del mercato

Dopo aver controllato le notizie, è il momento di verificare cosa sta accadendo sugli asset specifici su cui lavori normalmente. È possibile farlo con l’analisi fondamentale, tuttavia, molti trader preferiscono usare gli indicatori per valutare la prestazione passata dell’asset. Quali sono i punti importanti da controllare? Può essere utile verificare la direzione dela mercato, se è in tendenza o piatto, valutare la volatilità e la forza della tendenza. Ricorda comunque che le prestazioni passate non sono un indicatore affidabile delle prestazioni future.

Tutti questi punti possono rendere più semplice l’identificazione di un piano di trading da applicare in seguito. È preferibile annotare le informazioni acquisite: l’elenco può essere conciso o più ampio in base alle preferenze personali. Quel che conta è che al termine della valutazione tu abbia un quadro chiaro di quello che sta accadendo all’asset e quali saranno le tue azioni, di conseguenza.

3. Piano di trading

Una volta chiara la situazione del mercato, è il momento di pianificare le operazioni. Gli esperti di trading considerano a ragione un piano di trading come una delle componenti più importanti di qualsiasi routine di trading. Il piano di trading è un elemento benefico per ogni trader ed è essenziale dedicare tutto il tempo necessario per la sua creazione. I punti fondamentali possono essere l’asset, l’importo di investimento, il saldo totale che sarà impiegato in una strategia/sequenza di trading, i livelli di Stop Loss e Take Profit, l’intervallo temporale delle operazioni e l’intervallo del mercato su cui concentrarsi.

Il piano può inoltre comprendere le informazioni sugli indicatori da impiegare nel processo, le linee di supporto e resistenza e gli strumenti grafici. Attenersi strettamente al piano durante il giorno è un modo per avere un maggiore controllo sulle operazioni e sulle eventuali perdite.

4. Gestione del rischio

Una parte importante della checklist è la strategia di gestione del rischio che il trader seguirà. In questa parte della lista di controllo, il trader potrebbe inserire le condizioni alle quali uscirà dalle operazioni, l’importo accettabile delle perdite e i livelli prestabiliti di Stop Loss.

Annotare queste cose potrebbe sembrare eccessivo, ma si tratta di un buon modo per controllare la propria attività di trading e gestire le emozioni che inevitabilmente si manifestano durante il trading. Un altro vantaggio di aderire alla lista di controllo è che aiuta a sentirsi maggiormente produttivi, organizzati e abili. Ricorda che la coerenza è la chiave.

Fai trading subito