5 min read 

Il McGinley Dynamic è uno strumento di analisi tecnica che mira a risolvere il problema proprio di tutte le medie mobili, ovvero, il fatto che si riferiscono a intervalli temporali fissi. Il McGinley prende in considerazione le variazioni della velocità sul mercato (da qui il riferimento alla dinamica nel nome dell’indicatore). Questo indicatore non è pensato per essere usato da solo per la ricezione di segnali di trading, ma piuttosto come complementare ad altri indicatori.

La logica alla base dell’indicatore

Per poter comprendere perché il McGinley è tanto speciale, prima diamo uno sguardo al funzionamento delle medie mobili convenzionali. Una media mobile semplice a 10 periodi prende gli ultimi 10 prezzi di chiusura e li divide per 10. Una media mobile semplice a 20 periodi farà lo stesso con 20 prezzi di chiusura. I vecchi e i nuovi risultati ricevono lo stesso identico trattamento. Una media mobile esponenziale funziona in modo analogo, dando però maggiore rilievo ai risultati più recenti e rappresentando quindi uno strumento perfetto per il trading a lungo termine.

This image has an empty alt attribute; its file name is Screenshot_2-1-1024x469.jpg
McGinley a 14 periodi (blu) ed EMA a 14 periodi (rosso)

Come capire quando usare una media mobile a 10, 20 o 50 periodi? L’indicatore McGinley Dynamic mira a risolvere questo problema, dal momento che si regola automaticamente alla velocità del mercato. Mentre le medie mobili tendono a essere in ritardo rispetto alla prestazione attuale del prezzo, mostrando in più di un caso informazioni obsolete, il McGinley Dynamic segue il prezzo più da vicino.

Il McGinley può quindi essere considerato una versione migliorata della SMA o dell’EMA. McGinley (colui che ha inventato l’indicatore). Per il modo in cui viene calcolato, un McGinley a 10 periodi funziona in modo simile a un’EMA a 20 periodi.

This image has an empty alt attribute; its file name is Screenshot_1-2-1024x522.jpg
Una MA a 14 periodi e un McGinley a 7 periodi si rispecchiano l’un l’altro

C’è un’altra peculiarità interessante da conoscere se si lavora con questo indicatore. Il McGinley si muove più rapidamente sui mercati ribassisti (poiché le conseguenze in questo caso sono generalmente più devastanti per i trader al dettaglio) e più lentamente sui mercati rialzisti (per dare al mercato la possibilità di sviluppare la dinamica necessaria).

Come impostarlo?

Per usare questo indicatore, clicca sul pulsante “Indicatori” in basso a sinistra e vai alla scheda “Trend”. Quindi seleziona il McGinley dall’elenco degli indicatori disponibili. Ricorda che puoi inoltre usare la barra per la ricerca in alto a destra nel menù “Indicatori”.

This image has an empty alt attribute; its file name is Screenshot_3-1-1024x586.jpg

Clicca su “Applica” se vuoi applicare l’indicatore con i parametri standard. In alternativa puoi regolare il numero di periodi e la sorgente dei prezzi usati ai fini del calcolo.

L’indicatore è pronto per essere usato.

Come usarlo nel trading?

Come si interpreta un indicatore che non invia segnali di acquisto o di vendita? Alcuni trader non lo vorranno prendere in considerazione, etichettandolo come inutile, ma si sbagliano. Il McGinley può aiutare ad avere una migliore comprensione della direzione che il mercato sta prendendo e, a differenza della SMA e dell’EMA, lo fa in modo tempestivo e preciso. Può inoltre funzionare come strumento complementare per gli oscillatori e per gli indicatori di volatilità e volume. Sebbene non sia stato pensato per essere usato da solo, il McGinley può comunque suggerire i potenziali punti di ingresso e di inversione del trend all’interno di un sistema di trading più complesso. Si noti che, pur essendo uno strumento molto utile, l’indicatore non garantisce risultati precisi nel 100% dei casi.

Provalo subito

Il presente articolo non rappresenta un consiglio di investimento. Qualsiasi riferimento a movimenti o livelli di prezzo passati è di carattere informativo e basato su analisi esterne, non forniamo alcuna garanzia che tali movimenti o livelli si possano ripresentare in futuro. In conformità con i requisiti imposti dall'Autorità europea degli strumenti finanziari e dei mercati (ESMA), il trading con le opzioni binarie e digitali è disponibile esclusivamente ai clienti categorizzati come clienti professionisti.

INFORMATIVA GENERALE SUI RISCHI:

I CFD sono strumenti complessi e comportano il rischio elevato di perdere soldi rapidamente a causa dell'effetto leva. Il 73% degli account degli investitori al dettaglio perdono soldi quando fanno trading con CFD tramite questo fornitore. Dovresti assicurarti di aver compreso il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di assumerti l'alto rischio di perdita del tuo denaro.