6 min read 

Quali indicatori di analisi tecnica potresti usare (se vuoi usarne) per ottenere risultati migliori? In termini di indicatori, IQ Option ha molto da offrire. Quindi, è particolarmente difficile per i trader novizi scegliere gli indicatori che più si adattano alla propria strategia di trading e utilizzarli propriamente.

Molti trader professionisti concordano che l’utilizzo di molteplici indicatori spesso crea una fonte di distrazione e può contribuire alla perdita del proprio denaro. Secondo questi trader, la regola è quella di mantenere il proprio sistema di trading il più semplice possibile: due o tre indicatori al massimo.

A prima vista potrebbe apparire scontato che gli indicatori forniscono informazioni importanti sull’andamento del prezzo e, di conseguenza, rendono la vita del trader in po’ più semplice. E in un certo senso è vero. Tuttavia, le informazioni che vengono visualizzate da tutti gli indicatori sono in realtà già presenti sul grafico del prezzo.  Gli esperti concordano sul fatto che l’utilizzo degli indicatori non è da considerarsi obbligatorio. Detto questo, ogni indicatore presenta le informazioni in modo diverso, il che aiuta a individuare i movimenti e i pattern più “nascosti”. Ricorda che gli indicatori non solo né buoni, né cattivi, sono solo strumenti. La loro utilità dipende esclusivamente dalla tua conoscenza e dalle tue abilità.

Considera di utilizzare fino a 3 indicatori allo stesso tempo

Moltissimi indicatori funzionano in modo estremamente simile. Prendiamo il MACD, l’RSI e lo stocastico. Sebbene siano lievemente diversi, le loro letture si sovrappongono in moltissimi casi. Usarli tutti e tre allo stesso tempo non può portare alcun beneficio. Infatti, due medie mobili possono perfettamente sostituire il MACD. Gli indicatori che si sovrappongono generano sempre segnali simili e, quindi, possono essere usati per confermare i segnali l’uno dell’altro.

Seleziona un indicatore da ogni categoria per evitare confusione e sistemi di trading auto-confermanti.

Oscillatori. Gli indicatori di questa categoria fluttuano fra due linee, generalmente le estremità inferiore e superiore. Gli oscillatori comprendono l’RSI, lo Stocastico, il Commodity Channel Index (CCI), il MACD e altri.

Indicatori a sovrapposizione. Questi indicatori sono posizionati direttamente sul grafico del prezzo (a differenza degli oscillatori, che si trovano sotto al grafico). Le Bande di Bollinger, il SAR parabolico, le Medie mobili, i Ritracciamenti di Fibonacci e molti altri indicatori rientrano in questa categoria.

Come si combinano gli indicatori?

La scelta di particolari indicatori dipende dal tuo stile personale di trading, dall’asset selezionato e dalle tue preferenze personali. Ci sono comunque alcune regole da seguire che possono aiutarti a creare un sistema di trading equilibrato.

Puoi fare trading senza alcun indicatore (specialmente durante un trend particolarmente forte)

Come detto prima, dovresti prendere in considerazione il fatto di scegliere un indicatore per ogni categoria. Ad esempio, è possibile usare il MACD per determinare la direzione e la forza del trend prevalente e quindi trovare i punti ottimali di ingresso e di uscita con l’aiuto delle Bande di Bollinger.

Qualsiasi oscillatore può essere combinato con un indicatore a sovrapposizione. Tuttavia, alcuni indicatori funzionano meglio di altri. È anche possibile usare più indicatori sovrapposti contemporaneamente. Ad esempio, il SAR parabolico viene spesso abbinato alla media mobile. È necessario comunque mantenere pulita e chiara la schermata di trading, poiché una sovrabbondanza di informazioni tende a distrarre e ad abbassare il livello generale della prestazione. Ricorda che qualsiasi combinazione di indicatori può generare falsi segnali e, prima o poi, questo accadrà. Gli indicatori sono semplici strumenti e non possono produrre un profitto di per sé. Sarà il tuo giudizio a guidarti.

Non utilizzare più di 3 indicatori di analisi tecnica e assicurati di conoscerne bene le caratteristiche. Come funzionano? Quali sono i loro obiettivi e i limiti? Quali risultati si possono stimare con il loro utilizzo? Con che frequenza generano dei falsi segnali? Rispondendo a queste domande, sarai in grado di usare tutti gli indicatori in modo più produttivo.

Fai trading qui