1 min read 

Malgrado il prezzo in diminuzione del petrolio e alcuni indici dell’economia canadese, la scorsa settimana i rappresentanti della Banca del Canada hanno deciso di lasciare invariato il tasso, cosa che è stata positivamente accolta dal mercato.

image05

La situazione economica e politica in Canada è assai più stabile rispetto a quella dell’Inghilterra e l’influenza dell’analisi fondamentale non si riflette così marcatamente sulle quotazioni, sebbene non vadano sottovalutati i dati relativi all’inflazione in quanto attualmente essi rappresentano l’indice chiave dell’economia canadese..

image09

Il valore del dollaro canadese è fortemente influenzato dal prezzo del petrolio. La settimana scorsa, mercoledì, sono state pubblicate le riserve di petrolio negli USA, che proseguono rapidamente a diminuire, cosa che ha un impatto positivo sul prezzo del petrolio e che di conseguenza contribuisce al rafforzamento del dollaro canadese:

image02

Grafico USDCAD:

USD/CAD D1

Sul grafico USDCAD D1 a partire dal mese di maggio si osserva un movimento laterale delle quotazioni, per cui è assai importante monitorare lo sfondamento delle linee di supporto (contrassegnate in arancione) e di resistenza (contrassegnate in giallo). Il valore dell’indicatore “CCI” si trova in una zona neutrale, il che sta ad indicare che, presumibilmente, nel prossimo futuro sul grafico proseguirà il movimento laterale.