3 min read 

La Juventus tocca nuovi massimi relativi in scia alla prima doppietta confezionata dal fenomeno portoghese. Cristiano Ronaldo, infatti, ha segnato per la prima volta con la nuova maglia bianconera facendo esplodere di gioia sia i tifosi che gli azionisti della Vecchia Signora.

Cristiano Ronaldo

Il titolo balza di circa il 7%, arrivando a 1,61 euro, negli ultimi 3 mesi il titolo è cresciuto di più del 150%. Il mercato più che alla nuova vittoria in campionato guarda alle parole di Andrea Agnelli in un articolo di ieri del Financial Times. Il presidente bianconero spiega il senso dell’operazione CR7 e indica anche l’intenzione di portare avanti ulteriori passi per “diventare numeri uno”. Questi si dovrebbero concretizzare sul modello CR7, acquistando, cioè, grandi campioni per cifre faraoniche.

Il Financial Times indica un possibile balzo dell’ammontare degli accordi commerciali della Juventus dai 114 milioni di euro del 2017-2018 a circa 235 milioni di euro nell’arco di tre anni. Anche se gli ultimi conti rilasciati dalla Juventus non sono del tutto rosei, con debiti in aumento e un rosso che non si vedeva da 3 anni, il mercato sembra guardare oltre e prezzare già la crescita futura.

AS Roma

Tra l’altro sembra che ci sia un’impennata del numero dei tifosi della Vecchia Signora sia in Italia che all’estero, soprattutto tra le nuove generazioni. Questo dovrebbe continuare a garantire ottimi fatturati anche in futuro. Le buone performance del titolo bianconero sembrano, inoltre, trascinare anche i titoli delle altre squadre di serie A quotate in borsa. Non è un caso che oggi anche il titolo dell’A.S. Roma sia tonico, guadagnando circa l’1%.

Il mercato si aspetta che anche altre squadre italiane mettano a segno buoni colpi di mercato, anche grazie alle nuove agevolazioni fiscali per i redditi sopra i 100000 euro annui, che dovrebbero permettere un bel po’ di risparmi per i salari faraonici dei top player mondiali, favorendone l’ingaggio senza appesantire troppo i conti dei club del Belpaese.

Fai trading qui