10 min read 

Quando si parla di materie prime, il petrolio greggio è considerata una delle opzioni più popolari per il trading. Tuttavia, esistono diversi gradi di greggio che dipendono da un gran numero di fattori e che possono influenzare il valore dell’asset. Di conseguenza, comprendere alcuni concetti importanti come la correlazione fra Brent e WTI potrebbe rivelarsi utile per le decisioni di trading. Per avere una comprensione migliore dei fatti e migliorare la tua conoscenza nel trading a questo riguardo, diamo un’occhiata alle versioni di greggio più attivamente scambiate.

Tipologie di greggio

Esistono diversi tipi (detti anche gradi) di greggio, ognuno si distingue in base alle sue proprietà che ne determinano le esigenze di lavorazione. Una delle caratteristiche chiave è la percentuale di zolfo nella sua composizione. Il petrolio greggio contenente meno dell’1% di zolfo è chiamato “dolce” e può essere considerato migliore per la produzione. 

La densità è un altro parametro importante da tenere a mente: è misurata in gradi di gravità API (un indice creato dall’American Petroleum Institute) e varia da leggera a pesante. Il petrolio leggero necessita di una lavorazione inferiore e quindi è generalmente più apprezzato. Il greggio leggero “dolce” è il tipo preferito dai produttori in quanto offre migliori opportunità di raffinazione del petrolio rispetto ad altre versioni.

I mercati del greggio spiegati: Brent vs. WTI

Valori di riferimento

Poiché è disponibile una varietà di gradi di petrolio greggio, è essenziale disporre di uno standard di prezzo per valutare questa materia prima. Oggigiorno esistono diversi benchmark utilizzati in diverse parti del mondo: i più comuni sono Brent, WTI e Dubai.

Greggio Brent

Questo benchmark di solito si riferisce al petrolio greggio estratto dalla regione del Mare del Nord. È leggero, “dolce” e notevolmente facile da trasportare in località remote, che è un altro fattore importante per l’industria petrolifera. Circa due terzi dei contratti globali sul greggio si basano sul prezzo Brent, il che lo rende il benchmark più utilizzato (in particolare nei paesi europei, mediorientali e africani).

WTI

WTI sta per West Texas Intermediate ed è ampiamente utilizzato per il petrolio greggio prodotto negli Stati Uniti, Canada, Messico, Sud America. Viene estratto da pozzi situati negli Stati Uniti e distribuito tramite oleodotti, il che rende il trasporto più costoso rispetto a quello del petrolio estratto dal mare. Anche il petrolio greggio WTI è leggero e “dolce” e molto apprezzato sul mercato globale.

Dubai

Questo benchmark è utilizzato in riferimento al petrolio prodotto in Medio Oriente: Dubai, Oman, Emirati Arabi Uniti. La qualità del greggio Dubai è leggermente inferiore rispetto ai benchmark precedenti: è più pesante e ha un contenuto di zolfo più elevato. 

Altri tipi di greggio vengono valutati sulla base del confronto con questi benchmark. C’è un certo differenziale che aiuta a stabilirne il valore in base alle caratteristiche sopra menzionate, come densità, contenuto di zolfo, costi di produzione e trasporto, ecc. Diversi paesi possono utilizzare i benchmark per determinare i prezzi per la produzione locale.

Brent vs. WTI: quale scegliere per il trading

Poiché questi due parametri di riferimento sono i più comunemente utilizzati dai produttori, risultano ampiamente popolari anche tra i trader. Essendo entrambi quasi ugualmente leggeri e “dolci”, sono abbastanza simili per qualità e perfettamente adatti per la raffinazione. Tuttavia, c’è una certa differenza quando si tratta dell’ubicazione dei giacimenti petroliferi, che influisce sul prezzo di produzione e trasporto. 
Nel corso degli anni, i prezzi del petrolio WTI e Brent sono andati spesso di pari passo in seguito ai cambiamenti globali, anche se a volte divergono a causa delle situazioni politiche ed economiche regionali. Quindi spetta al trader scegliere tra questi benchmark e monitorare gli eventi che potrebbero causare variazioni di prezzo e creare una promettente opportunità di trading.

Il trading sul greggio

I prezzi del greggio sono influenzati da una serie di fattori e sono soggetti a fluttuazioni. I principali fattori che influenzano le variazioni di prezzo sono i seguenti:

  • Scostamenti nell’equilibrio tra domanda e offerta. Questi sono spesso guidati da cambiamenti nelle condizioni economiche globali. Ad esempio, all’inizio della pandemia di Covid-19 tra marzo e aprile 2020 si è verificato un calo significativo dei prezzi del Brent e del WTI a causa di un improvviso calo della domanda.
  • Incertezza politica. In momenti di turbolenza si possono verificare interruzioni nella produzione e nel trasporto di petrolio, che possono avere un effetto significativo sui prezzi del petrolio. Dai un’occhiata alle recenti fluttuazioni dei prezzi guidate dall’incertezza politica globale in seguito agli eventi in Ucraina: puoi vedere che il prezzo del greggio WTI è passato da $90 a $125 nell’arco di una settimana, per poi tornare al livello precedente nello stesso periodo di tempo.
This image has an empty alt attribute; its file name is Price-fluctuations-2.png
Fluttuazioni del prezzo del greggio WTI nel periodo febbraio-marzo 2022

Ci sono anche altri eventi che difficilmente appaiano sulle pagine principali dei siti web di notizie, ma possono comunque avere un impatto sui prezzi del greggio. Fra questi troviamo i report delle organizzazioni coinvolte nella produzione e monitoraggio del petrolio, come l’Organization of the Petroleum Exporting Countries (OPEC), U.S. Energy Information Administration (EIA), American Petroleum Institute (API), ecc.

Ricorda: nel trading sul petrolio greggio è importante seguire le notizie economiche e geopolitiche globali. Per rimanere aggiornato e non perdere mai gli eventi che possono far aumentare o diminuire significativamente i prezzi, puoi utilizzare il calendario economico sul sito IQ Option. Offre aggiornamenti sulle scorte di greggio che potrebbero influenzare l’equilibrio tra domanda e offerta.

I mercati del greggio spiegati: Brent vs. WTI
Aggiornamento sulla capacità delle scorte USA e sulle scorte di greggio USA

Se non hai ancora utilizzato il calendario economico per le idee di trading, dai un’occhiata a questo articolo con le istruzioni dettagliate su come sfruttare le notizie nella tua attività di trading qui.

Conclusione

Se sei interessato alle materie prime, potresti prendere in considerazione il mercato del petrolio greggio, può offrire opportunità interessanti per i trader. Per trarne il massimo, è importante monitorare le attuali situazioni economiche e geopolitiche nel mondo e prendere decisioni rapide sulla base delle informazioni acquisite. Con Brent e WTI considerati i benchmark più comuni per i prezzi globali del greggio, spetta al trader scegliere tra essi e monitorare qualsiasi notizia che potrebbe spingere i prezzi a cambiare e creare un’opportunità per un’operazione.

Fai trading adesso