2 min read 

La settimana scorsa è stato pubblicato il verbale dell’incontro dei rappresentanti della Commissione Open Market USA, in cui è stato dichiarato che negli USA non si prevede alcun rialzo dei tassi di interesse nel prossimo futuro, poiché rimangono i rischi di accelerazione dell’inflazione e probabilmente di rallentamenti di crescita del PIL dell’economia mondiale.

Per questo è estremamente importante capire quali saranno i dati sulla variazione del PIL USA.

GDP

Se essi si riveleranno migliori delle previsioni, questo avrà un effetto positivo sul dollaro USA.

Nel complesso, dal punto di vista dei principali indicatori economici, lo stato dell’economia USA si trova ad un buon livello. Il tasso di disoccupazione rimane notevolmente inferiore 6.0%:

image04

Il profitto sulle obbligazioni di stato USA con scadenza a 30 anni rimane ad un livello estremamente basso, e questo significa rischi estremamente bassi:

image03

Tuttavia con l’accelerazione dell’inflazione rimangono alcune difficoltà, e con questo anche rischi economici.

image11

In luglio è stata registrata un inflazione pari a zero e anche l’indice dei prezzi al consumo su base annua è leggermente calato. Questo non dà al governo la possibilità di realizzare tutti i suoi progetti, per esempio si continua a rimandare la decisione sul rialzo del tasso di rifinanziamento.

Grafico EURUSD:

Grafico EURUSD

Sul grafico EURUSD D1 si osserva un situazione piuttosto interessante: il dollaro perde leggermente posizioni nei confronti della valuta unica europea, mentre la settimana scorsa la quotazione è rimbalzata sul livello di resistenza.

L’indicatore di analisi tecnica “Oscillatore di Bill Williams” (Awesome Oscillator) indica che sul grafico prosegue un trend rialzista, quindi è del tutto possibile un’ulteriore verifica di questo livello di supporto.