7 min read 

Probabilmente hai già sentito che nella maggior parte dei casi i trader non operano sul mercato piatto. Quel che fanno è cercare di trovare una tendenza e seguirla. Ma cosa succede se non c’è nessuna tendenza forte? È possibile fare trading su un mercato piatto?

Lavorare con un mercato piatto è difficile sia per i principianti che per i trader esperti. Ci sono momenti in cui non succede niente e l’unica cosa che si può fare è aspettare. Quando il mercato è piatto, i prezzi si muovono lateralmente, spesso in modo irregolare, e i segnali tecnici che solitamente forniscono risultati abbastanza corretti smettono di funzionare.

Trading sul mercato piatto

La cattiva notizia è che il mercato è piatto più spesso di quanto non lo sia. La buona notizia è che ci sono tecniche che permettono di fare trading sul mercato piatto ma solo se si impara ad applicarle correttamente.

Quando il mercato è piatto, i prezzi tendono a muoversi entro un certo intervallo. In questo caso particolare, divideremo tutti gli intervalli in breve termine e lungo termine. Il tipo di intervallo che stai cercando dipenderà dal periodo di tempo in cui preferisci fare trading. I trader a breve termine solitamente cercano intervalli a breve termine (in cui i prezzi possono muoversi dall’alto al basso in meno di 10 candele). Se sei un trader con orientamento a lungo termine, potresti cercare un intervallo con almeno 10 candele.

Il mercato piatto: Come fare trading quando non ci sono tendenze?
 I prezzi si spostano in un intervallo seguito da un breakout

L’intervallo a lungo termine è il più semplice dei due perché c’è del tempo che permette ai rimbalzi di prezzo di sviluppare una tendenza e agli indicatori tecnici di individuare quella tendenza. Su un grafico giornaliero, questo tipo di intervallo può durare da un paio di settimane e diversi mesi, a seconda dell’asset e delle particolari condizioni di mercato. L’idea qui è di seguire la tendenza mentre si muove verso l’alto o verso il basso dell’intervallo.

Ecco cosa potresti voler fare quando individui un movimento in un intervallo a lungo termine: passa ad un periodo di tempo inferiore e cerca di confermare o rifiutare la tua ipotesi.

Dai uno sguardo all’esempio di seguito. Su questo grafico puoi vedere il cambio USD/JPY in un breve intervallo per la durata di quasi due mesi. Man mano che ci si avvicina al 19 maggio, la price action cerca di nuovo di testare il livello di resistenza.

Che altri suggerimenti di una possibile svolta fornisce il grafico? Fermati un attimo a osservare lo screenshot e fai tu stesso un’ipotesi plausibile prima di scorrere verso il basso e trovare la risposta. Ricorda che non sappiamo ancora cosa succederà.

Il mercato piatto: Come fare trading quando non ci sono tendenze?
 Cambio USD/JPY in un breve intervallo

È l’inizio di una nuova tendenza o piuttosto una mera oscillazione dei prezzi? È la terza volta in questo particolare intervallo che i prezzi si avvicinano abbastanza ai livelli di resistenza, che significa che c’è una vera pressione all’acquisto. Si noti anche che, durante l’ultima oscillazione negativa, le ombre delle candele rosse non hanno attraversato la linea di supporto.

Il mercato piatto: Come fare trading quando non ci sono tendenze?

Ora puoi passare a candele a 4 ore e applicare il MACD e lo Stochastic Oscillator al grafico. Possiamo notare che entrambi gli indicatori forniscono un segnale di “crossover bullish” che avviene quando l’indicatore sale sopra la linea dello zero. In ogni caso, è del tutto possibile che la price action si ribalti e continui a muoversi entro l’intervallo. Potrebbe essere una buona idea aspettare che almeno una candela chiuda sopra la linea di resistenza. In questo caso, la svolta è effettivamente confermata. Tuttavia, se i prezzi rimbalzano sulla linea di resistenza, è probabile che continuino a muoversi verso il basso, almeno per un po’ di tempo.

Il mercato piatto: Come fare trading quando non ci sono tendenze?

Più segnali di conferma accumuli, maggiori sono le possibilità di una svolta.

Intervalli a breve termine

Gli intervalli a breve termine sono più difficili nel trading, a condizione che tu stia già lavorando su un periodo di tempo minore in cui i cambiamenti sono rapidi, e i trader devono agire velocemente. Il trading a breve termine implica anche un alto grado di rumore dei prezzi che può influire negativamente sull’accuratezza dei segnali e sulle conferme che ricevi. In ogni caso, le regole e la logica generale sono le stesse. Quando si fa trading in un intervallo, si potrebbe considerare di osservare attentamente i livelli di supporto/resistenza e aspettare le conferme.

Fai trading ora