6 min read 

Mentre le restrizioni e le norme di distanziamento vengono gradualmente allentate e riprendiamo la speranza di tornare presto alla vita di tutti i giorni, l’economia globale resta fonte di incertezza e timore. Gli ultimi quattro mesi sono sembrati una corsa sulle montagne russe e la tendenza si è riflessa con decisione sui grafici di trading. La pandemia ha colpito duramente tutti i settori e, mentre alcune attività hanno sofferto di più (turismo, compagnie aeree, ecc.), altre hanno beneficiato della forte domanda causata dal lockdown (corrieri, farmacie). L’attuale impatto della pandemia globale di coronavirus si manifesta in un aumento dei tassi di disoccupazione e si prevede che causerà un grave declino del commercio internazionale, colpendo tanto le imprese, quanto i professionisti. Mentre alcuni paesi stanno lentamente tornando alla vita normale, in molti altri è ancora attivo un lockdown totale o parziale, con scadenze e iniziative per la ripresa ancora non note.

Come si riflette questa situazione sui mercati azionari?

Inutile dire che il mondo non è stato colto impreparato ad affrontare il virus dilagante. L’effetto del COVID-19 sul mercato azionario è stato inevitabile: quando la gente è stata improvvisamente costretta a rimanere in casa, ha rapidamente cambiato la maggior parte delle proprie abitudini e necessità sociali, trasferendone alcune online e abbandonandone temporaneamente altre. L’imprevedibilità della situazione ha causato un’importante volatilità sul mercato azionario e drastici cali nel momento in cui i trader hanno venduto azioni nel timore di ciò che potrebbe accadere in futuro. Febbraio e marzo sono trascorsi all’insegna del calo in tutte le borse maggiori. 

Un importante calo dei prezzi durante febbraio e marzo

Da allora i prezzi non si sono ristabiliti e molti economisti non escludono la possibilità che un secondo crollo del mercato potrebbe verificarsi in futuro.

Cos’altro è successo?

Il mercato è stato gravemente colpito dalla pandemia, ma c’è stato un altro evento importante che ha influenzato il prezzo del petrolio e, di conseguenza, le scorte: la guerra sul prezzo del petrolio tra Russia e Arabia Saudita. La caduta dell’alleanza OPEC e le sue conseguenze hanno fatto scendere il prezzo del petrolio del 24-26% nel mese di marzo. L’industria petrolifera è estremamente importante in quanto un gran numero di settori ne necessitano per il proprio funzionamento (trasporti, energia, ecc.). Ecco perché i corsi azionari dipendono in larga misura dall’andamento del prezzo del petrolio. Un calo del prezzo del petrolio è in grado di causare un conseguente calo nel valore di molti titoli.

Come approfittare di situazione?

La situazione attuale è instabile, tuttavia il caos sul mercato potrebbe creare diverse opportunità per i trader esperti. Lo stato corrente delle borse potrebbe spingerti a considerare il trading sui titoli, se la cosa ti interessa. L’elevata volatilità potrebbe potenzialmente portare delle opportunità importanti per il trading giornaliero, in cui non c’è necessità di fare investimenti a lungo termine e attendere per anni prima di vedere i risultati.

Ovviamente, ci sono aspetti importanti da tenere in considerazione, soprattutto in questo momento di grande scompiglio. Il mercato azionario non fa altro che riflettere le relazioni umane della domanda e dell’offerta, motivo per cui è importante prestare più attenzione a ciò che sta accadendo intorno a noi.

Puoi scegliere la tua strategia di trading, concentrandoti su determinati titoli o settori particolari, a seconda delle loro prestazioni attuali. Non dimenticare di controllare quotidianamente le notizie per essere sempre a conoscenza delle informazioni importanti che potrebbero influenzare il titolo che stai scambiando e il mercato in generale. Anche mantenere un occhio fisso sul corso del petrolio è importante per prendere decisioni più informate.

Al momento sono molteplici gli eventi di grande impatto, cercare di dar loro un senso e sfruttarli come opportunità di trading è sicuramente un’ottima curva di apprendimento. Ricordati di procedere con cautela e di non lasciarti trasportare, poiché un mercato altamente volatile può essere anche piuttosto rischioso. Elabora un solido piano prima di iniziare a fare trading e utilizza le tecniche di gestione del rischio.

Hai fatto trading negli ultimi due mesi? Sei riuscito ad approfittare delle condizioni del mercato? Faccelo sapere nei commenti e non dimenticare che non è troppo tardi per saltare a bordo, se ci stai ancora pensando.

Vai alla piattaforma