Tag:
3 min read 

I mercati delle criptovalute sono abbastanza stabili quest’oggi, dopo i ribassi del weekend, la capitalizzazione totale di mercato rimane vicina ai 700 miliardi di dollari. Durante il weekend il Ripple (XRP) è sceso anche del 10%, sebbene questa criptovaluta sia stata protagonista di grandi rialzi durante la scorsa settimana sulla scia della notizia della partnership con Moneygram. Attualmente viene scambiata a circa 1,86$.

Da una analisi del grafico si vede chiaramente che ci troviamo sotto la resistenza posta in area 1,9$, se il prezzo dovesse scendere ancora potrebbe facilmente andare a ritestare l’area di prezzo, dal forte valore psicologico, di 1$.

Ripple

La Banca centrale dell’Indonesia, una dei più importanti e in crescita paesi asiatici, ha ammonito riguardo i rischi associati alle criptovalute. Con una dichiarazione scritta si è detta preoccupata del fatto che queste nuove valute possono potenzialmente causare bolle finanziarie e essere usate per riciclare denaro sporco se non, addirittura, finanziare gruppi terroristici.

La Banca, pertanto, non accetterà mai che nella sua giurisdizione monetaria venga usata alcuna criptovaluta come forma legale di pagamento e procederà alla chiusura forzosa di qualsiasi attività di trading relativa, come già fatto con la chiusura delle borse BitBayar e TokoBitcoin. Sulla stessa linea d’onda sembra si stia muovendo l’Algeria, questa volta per mano del Governo.

La finanziaria 2018 dovrebbe contenere un emendamento espressamente ideato per rendere sia lo scambio che il possesso delle criptovalute illegale nel paese africano.

Kripto

Tra i rialzi maggiori della giornata, per quanto riguarda il mondo delle criptovalute “minori”, c’è quello del Bitcoin Gold (BTG), che avanza del 10% a quota 305,69$. Le altre criptomonete sono stabili, con oscillazioni di prezzo non degni di particolare attenzione. L’Ethereum (ETH), prossimo ad una fork, è tra le poche in rosso e registra un ribasso del 4% circa a quota 1326$.

Anche il Bitcoin Cash (BCH) fa registrare perdite abbastanza importanti, di circa 7,5%; probabilmente qualche investitore ha deciso di abbandonare questa criptovaluta per il concorrente Bitcoin Gold, che, come visto poco or sono, è in netto rialzo.

Fai trading qui