9 min read 

L’approccio nella gestione del rischio che un trader utilizza è in grado di determinare l’esito di un’intera sessione di trading. Spesso in questo blog enfatizziamo quanto essa sia importante e sottolineiamo che i trader dovrebbero pensarci sempre prima di fare il proprio ingresso sul mercato. Tuttavia, quali sono nello specifico i passaggi da intraprendere per sviluppare una strategia efficace di gestione del rischio? Esistono 8 modalità che possono aiutare a gestire le perdite, e ogni passaggio porta il trader più vicino a un metodo di trading consapevole e più responsabile.

1. Scegliere l’approccio di gestione del capitale

Ci sono due modi per gestire il proprio capitale: l’approccio conservativo per i trader cauti e l’approccio leggermente più aggressivo per quelli con maggiore esperienza. Indipendentemente da quale di questi scelga il trader, la parte più importante è attenersi all’approccio scelto, qualunque cosa accada.

Il metodo conservativo prevede un investimento non superiore all’1% del saldo disponibile in un’unica operazione e l’utilizzo di non più del 3% dell’intero saldo contemporaneamente. Ciò significa, ad esempio, che un trader può avere fino a 3 operazioni aperte contemporaneamente e l’importo totale di investimento non deve superare il 3% del saldo del conto. Questo metodo può essere consigliabile ai trader alle prime armi in quanto richiede meno fondi per il trading.

Ad esempio, se il saldo totale di un trader è di $100, questi potrà lavorare solo con il 3% per volta, ovvero un importo pari a $3. Potrà quindi aprire 3 operazioni con un investimento di $1 ciascuna. 

Un metodo più aggressivo suggerisce di investire fino al 5% in una singola operazione e di utilizzare non più del 15% del saldo contemporaneamente. Questo consente a un trader di aprire 3 operazioni, ad esempio, con un investimento del 5% ciascuna. Questo metodo può essere utilizzato dai trader più esperti, che conoscono le proprie strategie e asset di trading preferiti. Detto questo, i trader devono diversificare i rischi in modo che le loro potenziali perdite non superino il 5%.

2. Diversificazione degli asset

Scegliere solo uno o due asset e fare trading solo su quelli può essere piuttosto rischioso: il mercato può essere imprevedibile e l’apertura di più operazioni sullo stesso asset può portare a perdite inutili. I trader esperti scelgono almeno 4-5 asset, preferibilmente su strumenti diversi (ad esempio, Azioni e Forex, Criptovaluta ed ETF), che siano disponibili in momenti diversi, in modo che le condizioni di trading differiscano leggermente. Tale diversificazione nel portafoglio di un trader può consentire di gestire le perdite e i rischi che si possono presentare.

3. Individuare il giusto punto di ingresso

Sebbene non sia possibile individuare con una precisione del 100% il momento giusto per aprire un’operazione, esistono vari modi per determinare le opportunità migliori. Fra questi troviamo l’utilizzo di indicatori tecnici, la consultazione delle notizie e dei dati ricevuti piuttosto che seguire l’intuizione. Gli ingressi sul mercato dovrebbero essere eseguiti tenendo presente la gestione del rischio: proteggere il capitale iniziale potrebbe essere più facile che perderlo e cercare di guadagnarne uno nuovo.

4. Fare trading su intervalli a lungo termine

Gli indicatori sono estremamente utili, tuttavia, non sempre forniscono segnali precisi. Possono essere particolarmente fuorvianti su periodi di tempo molto brevi (a meno che non siano specificamente progettati per il trading a breve termine). Questo è il motivo per cui i trader inesperti dovrebbero preferire il trading su un arco di tempo più lungo. Il trading a breve termine è molto più rischioso: i trader spesso trascurano gli strumenti di analisi adeguati e si affidano al proprio intuito, il che purtroppo spesso porta a subire delle perdite. Puntare su un periodo più lungo consente di sviluppare una strategia e analizzare meglio l’asset. Tuttavia, i periodi di trading utilizzati dipendono sempre dalle metodologie preferite dal trader.

8 tecniche di gestione del denaro

5. Copertura

La tecnica di copertura è utile a chi cerca di gestire i rischi. La copertura è l’apertura di una posizione inversa sullo stesso asset, pensata per proteggere il capitale nel caso in cui il prezzo dell’asset vada nella direzione sbagliata. Ad esempio, un trader può aprire posizioni di acquisto e di vendita sullo stesso asset per coprire un’eventuale previsione sbagliata.

La copertura può aiutare a gestire le perdite, tuttavia, può anche rivolgersi contro il trader riducendo il potenziale risultato positivo. Questo metodo potrebbe essere più adatto a trader esperti, poiché richiede un po’ di pratica.

6. Limite di trading

I trader esperti seguono una serie di regole quando si tratta di trading giornaliero. Uno dei più importanti è impostare il limite per il numero di operazioni in un giorno o un limite per il numero di operazioni con esito negativo consecutive. Questo limite può essere un vero toccasana nei casi in cui un trader esausto inizia a cedere alle emozioni. Un intervallo tra le sessioni di trading è necessario per far fronte ai fattori psicologici che possono davvero danneggiare il proprio trading. Può consentire al trader di raccogliere i propri pensieri, lasciar andare la tensione e prepararsi mentalmente per riprendere nuovamente il trading.

7. Analizzare gli errori

Secondo le statistiche, il 95% dei trader non analizza le proprie prestazioni e non tiene traccia delle proprie operazioni. Ciò significa che non riconoscono i propri errori e, quindi, non possono risolverli. Annotare tutti gli investimenti, i loro risultati e l’esito finale è assolutamente necessario per un approccio di trading efficace. In caso contrario il ​​trader è condannato a ripetere per sempre lo stesso schema imperfetto.

8. Prelievo regolare dei profitti

Ogni settimana o ogni mese (in base alle preferenze del trader) è importante prelevare una parte del profitto (il 30-50%) per sentirsi realizzati e godere dei risultati ottenuti. Anche se gli importi non sono importanti, questo impedirà al trader di scoraggiarsi e lo aiuterà a concentrarsi sulla parte importante del trading: ottenere un risultato.

Questi 8 suggerimenti sono più efficaci se combinati e utilizzati tutti insieme in una strategia ben bilanciata. Un approccio attento e consapevole è importante per coloro che desiderano migliorare la propria routine di trading e vedere i risultati nel tempo.

Vai alla piattaforma